giovedì 24 settembre 2020

Artena

Poco meno di 50 km a sud-est di Roma sorge uno dei borghi più caratteristici e al contempo particolari di tutta Italia. 
artena
artena
artena
nel borgo
L'abitato storico del comune di Artena si arrampica infatti sul ripido pendio del massiccio dei Monti Lepini per un dislivello di ben 150 metri dalla base alla sommità ed è percorso da un reticolo di stradine strette e dalla pendenza importante (tanto che per parecchi tratti si trovano sotto forma di scalinate) che rende di fatto impossibile l'accesso ai veicoli a motore per la quasi totalità dell'area urbana e andando a costituire quella che viene riconosciuta come la zona pedonale più estesa d'Europa.

giovedì 17 settembre 2020

La Dune du Pilat e Arcachon

Tra le varie escursioni giornaliere da effettuare nella regione francese della Nuova Aquitania partendo da Bordeaux, la più famosa e gettonata è senz'altro quella che conduce al cospetto della Dune du Pilat
dune du pilat fai da te
sulla duna
arcachon cosa vedere
verso la ville d'hiver
Questa mastodontica montagna di sabbia supera i 100 metri di altezza, risultando quindi la più grande formazione di questo tipo di tutta Europa, fatto che unito alla sua spettacolare posizione all'imbocco del canale che collega il bacino di Arcachon al mare, circondata dalle verdi foreste del parco delle Landes de Gascogne, la rende una meta molto frequentata dai turisti ma al contempo dal grande e innegabile fascino. La duna si trova nel territorio comunale di La Teste de Buch, ma il suo collegamento più comodo e scontato con il capoluogo della regione coinvolge invece la graziosa cittadina di Arcachon, celebrata meta balneare.

giovedì 10 settembre 2020

Bordeaux

Il nome di Bordeaux è immancabilmente associato al suo vino, uno dei marchi più famosi e celebrati del mondo, ma la bella città capoluogo della regione della Nuova Aquitania può vantare anche una storia che parte dall'età romana e un insieme architettonico e culturale insignito dall'UNESCO del titolo di patrimonio dell'umanità.
bordeaux cosa fare e vedere
place de la bourse e miroir d'eau
bordeaux cosa fare e vedere
place des quinconces
Oltre a ciò, la sua posizione lungo le rive della Garonna, poco prima che a questa si unisca la romantica Dordogna a formare l'immenso estuario della Gironda, quindi a poca distanza dal mare e a una latitudine inferiore a quella di Venezia, favorisce un clima particolarmente mite che la rende una piacevole destinazione turistica in tutti i periodi dell'anno. L'aeroporto di Mérignac si trova solo una dozzina di chilometri a ovest della città, con diversi voli low-cost diretti in varie località italiane e dal quale un bus di linea permette di raggiungere il centro abbastanza agevolmente, mentre con tre comode linee di tram ci si può spostare per tutta l'area metropolitana.

mercoledì 15 luglio 2020

Sette chiese di Roma poco conosciute ma bellissime

Il patrimonio storico e culturale di Roma è praticamente inesauribile; in particolare le centinaia di splendide chiese sparse ovunque per la città vanno a formare un vero e proprio enorme "museo a ingresso gratuito" grazie alle tante e incredibili opere d'arte in esse contenute, ma anche a numerose chicche e curiosità.
Durante gli anni in cui insegnavo in centro, talvolta sia di mattina che nei corsi serali, avevo preso l'abitudine di passare le ore di pausa in giro in scooter alla scoperta di quante più possibile tra queste, rimanendo letteralmente a bocca aperta davanti agli immortali e famosi capolavori dei grandi artisti che le hanno abbellite (Caravaggio, Michelangelo, Raffaello, Giotto, Bernini, solo per citare i più autorevoli) ma andando a scovare anche dei piccoli gioielli, molto meno conosciuti rispetto alle chiese più celebrate e prese di mira dai turisti, ma non per questo meno belle o interessanti.
Scimmiottando un po' il popolare pellegrinaggio delle sette chiese (che, per chi non lo sapesse sono le 4 basiliche giubilari più le chiese di Santa Croce in Gerusalemme, San Lorenzo al Verano e San Sebastiano Fuori le Mura) ho deciso quindi di parlare di 7 chiese di Roma poco conosciute ma ugualmente bellissime, sperando di fornire uno spunto utile per il vostro prossimo viaggio nella capitale.

martedì 7 luglio 2020

Il Lago di Nemi

Il Lago di Nemi è il più piccolo, coprendo una superficie di meno di 2 chilometri quadrati,  dei due specchi d'acqua dell'area dei Castelli Romani ed è situato nella parte meridionale del massiccio vulcanico dei Colli Albani, circa 25 km a sud di Roma.
lago di nemi
il lago dal vecchio pontile
lago di nemi
da sotto a genzano
La sua origine vulcanica è evidente, poiché il lago stesso si trova sul fondo di un cratere secondario nella cinta esterna del Vulcano Laziale ormai quiescente. Storicamente però, quest'area ha rappresentato un luogo privilegiato di villeggiatura e di divertimento fin dai tempi dell'antica Roma, nonché un sito sacro per la presenza di un bosco e un santuario dedicati alla dea Diana (Nemus Dianae), dalla quale derivano il nome del borgo di Nemi, che domina la scena dall'alto di uno sperone roccioso, nonché il romantico appellativo con cui spesso viene chiamato il bacino stesso (Specchio di Diana): testimonianze di tutto ciò sono giunte fino ai giorni nostri e si trovano in quantità lungo le sponde.

lunedì 29 giugno 2020

Genzano di Roma

Genzano è uno dei comuni della zona meridionale dei Castelli Romani, situato lungo la via Appia a circa 25 km dal centro di Roma.
genzano di roma
genzano dal lago
genzano di roma
genzano
Raggiungerla in auto è semplicissimo, giacché basta imboccare l'Appia dal Grande Raccordo Anulare e andare sempre dritti fino a ritrovarcisi dentro, mentre coi mezzi pubblici è un po' più laborioso in quanto la cittadina non si trova lungo una linea ferroviaria: la stazioncina di S. Gennaro, l'unica nel territorio municipale, si trova a diversi chilometri dal centro ed è collegata da una navetta; più vicine sono quelle di Cecchina e Albano, dalle quali bisogna comunque cambiare mezzo, quindi la soluzione migliore è il bus extraurbano che parte dalla stazione Anagnina della capitale in direzione Velletri.

giovedì 18 giugno 2020

Leon

Leon è una delle città più importanti della Spagna nord-occidentale e della comunità autonoma di Castilla y León, nonché uno dei maggiori centri abitati lungo il cammino di Santiago.
leon spagna cosa vedere
cattedrale di leon
leon spagna cosa vedere
cattedrale
Si tratta di una destinazione ricca di arte e di storia, con testimonianze di epoca romana, medievale e rinascimentale che ne evidenziano la notevole importanza sociale e politica rivestita nei secoli e ne fanno una frequentata e apprezzata meta turistica. La città si trova a circa 330 km da Madrid, dalla quale è raggiungibile sia con i treni veloci dalla stazione di Chamartin che con comodi autobus che partono dall'autostazione Moncloa della capitale impiegando circa 3 ore e mezza. Stazione e autostazione di arrivo si trovano invece una vicino all'altra sulla riva occidentale del piccolo fiume Bernesga, che le separa dal centro storico, distante pochi minuti a piedi.

giovedì 11 giugno 2020

Istantanee: Taiwan e Shanghai

Da quando mi sono smart-fonizzato e netbook-izzato è diventato molto facile interagire con i social network anche durante i viaggi, e ho preso così l'abitudine di scrivere, ogni sera o quasi, su FB le mie riflessioni a caldo sulla giornata di viaggio appena trascorsa. In realtà all'inizio era più che altro un modo per informare mia madre della situazione in cui mi trovavo, ma poi mi sono accorto che in molti leggevano con piacere quello che scrivevo. Sotto l'etichetta Istantanee ho pensato dunque di raccogliere quei post, viaggio per viaggio, nazione per nazione, e di pubblicare l'insieme sul blog; ne viene così fuori uno scritto forse meno utile a livello di informazioni, ma molto più spontaneo e ruspante degli articoli ragionati su cui ho sempre basato i contenuti del blog stesso.

TAIWAN (21/12/2019 – 5/1/2020)
Fa strano trovarsi in estremo oriente di questo periodo e non stare in maglietta e sandali, ma tant’è, stavolta niente sud-est asiatico…il dicembre di Shanghai è un po’ come quello ai Castelli: fresco ma non freddo e altrettanto umido e piovoso (ma sempre meglio di quella tremenda ghiacciaia che trovai a Pechino; persino Mosca durante lo scalo è sembrata tutt’altro che insopportabile, ma forse questo è un anno un po’ speciale).

giovedì 4 giugno 2020

Lukang

Le province centro-occidentali di Taiwan vengono prese in considerazione dai turisti principalmente per i siti naturali e montani, come il celebrato Sun Moon Lake, la foresta di Alishan o il parco nazionale dello Yushan, la montagna più alta del paese con i suoi quasi 4000 metri.
lukang viaggio solitaria taiwan
longshan temple lukang
changhua viaggio solitaria taiwan
changhua
Taichung, l'area urbana principale della zona, è forse la meno interessante delle metropoli dell'isola mentre le altre cittadine difficilmente compaiono negli itinerari dei turisti stranieri, anche se in effetti vi si può respirare un'atmosfera fortemente autentica e i motivi di interesse non mancano. Una di queste però, Lukang, viene presentata come un "museo vivente" ricco di angoli pittoreschi e con un patrimonio architettonico e culturale di tutto rispetto, un piccolo gioiello quasi snobbato dai viaggiatori occidentali ma che gode di ottima fama tra gli autoctoni.

giovedì 28 maggio 2020

Tainan

Un adagio locale dice che "non si è vista davvero Taiwan fino a quando non si è visitata Tainan" e in effetti, la città più antica dell'isola di Formosa e sua capitale per oltre due secoli, si è rivelata una destinazione ricca di motivi di interesse e di angoli di grande fascino.
tainan viaggio in solitaria taiwan
chihkan tower
tainan viaggio in solitaria taiwan
tainan centro
In particolare vi sono diversi siti storici legati al passato coloniale e una concentrazione unica nel paese di templi buddisti, taoisti e confuciani, ma anche diverse attrazioni incentrate sulla cultura e la tradizionale vocazione al commercio dei cinesi. Tainan si trova poche decine chilometri a nord di Kaohsiung, con la quale è collegata da decine di corse in treno ogni giorno per una mezz'ora scarsa di viaggio, tanto che non sono pochi quelli che scelgono di visitarla con un'escursione giornaliera partendo dalla metropoli del sud del paese.

giovedì 21 maggio 2020

Kenting National Park

Il Parco Nazionale di Kenting occupa la piccola penisola di Hengchun, ovvero la punta meridionale di Taiwan: un'area naturalistica di grande bellezza fatta di foreste, spiagge, basse montagne boscose e affascinanti panorami costieri.
kenting national park
little bay a kenting village
kenting national park
costa occidentale
Per questo motivo è diventata negli ultimi anni una destinazione molto gettonata tra i turisti, che vengono qui attratti dall'atmosfera rilassata, dal clima mite anche a gennaio e dalla possibilità di effettuare interessanti escursioni unite a un po' di vita balneare. Il villaggio di Kenting, il centro servizi più importante e attrezzato della zona, si trova un centinaio di chilometri circa a sud di Kaohsiung, da cui è raggiungibile in diversi modi, tra i quali il più comodo e veloce è sicuramente il taxi condiviso (basta chiedere alla reception del vostro hotel/ostello per prenotare un posto su uno di questi, altrimenti ci sono alcuni autobus ogni giorno), che in meno di due ore vi scaricherà direttamente davanti al vostro alloggio.

giovedì 14 maggio 2020

Kaohsiung

Kaohsiung è la seconda metropoli di Taiwan per grandezza, nonché il suo porto più importante e il centro nazionale dell'industria manifatturiera e petrolchimica, ma anche una città moderna e piacevole, dove la cultura si è ritagliata negli ultimi anni un ruolo da non sottovalutare e dove sono diverse le alternative per godersi il mare.
kaohsiung viaggio in solitaria fai da te
cupola di luce
kaohsiung viaggio in solitaria fai da te
formosa boulevard dall'ostello
Data la sua posizione, Kaohsiung è il terminale meridionale della linea di treni veloci, che fanno la spola da Taipei in un paio d'ore circa (quelli normali ne impiegano invece 5-6), mentre un aeroporto internazionale situato a soli 5 km dal centro, la collega direttamente a molte destinazioni in Asia. L'area urbana è parecchio vasta, tuttavia i punti interessanti sono generalmente concentrati in alcune zone esplorabili anche a piedi e comunque le tre linee di metropolitana moderne e funzionali permettono di raggiungere tutti i distretti in cui vale la pena di andare.

giovedì 7 maggio 2020

Jiufen e il Taroko National Park

Oltre alle interessanti località fuori Taipei comodamente raggiungibili con la metropolitana, l'eccellente rete ferroviaria di Taiwan e i tanti autobus che raggiungono anche i siti più isolati permettono di organizzare diverse escursioni giornaliere partendo dalla capitale, alcune delle quali comprese tra le attività più gettonate e apprezzate in assoluto durante un viaggio sull'isola di Formosa.
taroko national park taiwan
ingresso al taroko national park
taroko national park taiwan
il fiume liwu
La più rappresentativa tra queste, quella al Parco Nazionale delle gole di Taroko, è segnalata su tutte le guide come assolutamente imperdibile. L'ingresso al sito naturale si trova 15 km a nord della città di Hualien, sulla costa orientale dell'isola a circa 150 km dalla capitale, e può essere raggiunto anche affidandosi a una delle agenzie di Taipei che organizzano il trasporto in pullman e la visita ai punti più interessanti, ma certamente è molto più soddisfacente esplorare la zona in autonomia, cosa molto più semplice di quanto non si possa immaginare.

giovedì 30 aprile 2020

Tamsui e Beitou

La storica cittadina di Tamsui (o Danshui) si trova meno di 20 km a nord di Taipei e costituisce una popolare escursione giornaliera grazie ai tanti siti di interesse che ospita e si raggiunge molto facilmente dato che si trova al capolinea della linea rossa della metropolitana.
tamsui viaggio in solitaria taiwan
lungofiume di tamsui
tamsui viaggio in solitaria taiwan
guanyinshan
L'abitato prende il nome dal principale dei tre fiumi che attraversano la capitale di Taiwan e sorge proprio in prossimità dell'estuario di questo, che di fronte al centro storico raggiunge una larghezza di oltre un chilometro, ma nonostante la sua secolare importanza come porto naturale e come avamposto militare difensivo in posizione strategica, oggi costituisce solo un distretto della municipalità di Nuova Taipei. Parecchie testimonianze del suo ruolo di prim'ordine dal punto di vista commerciale, militare e culturale (è sorta qui la prima università taiwanese), che hanno coinvolto anche diverse potenze occidentali, ne fanno tuttavia una destinazione turistica rilevante.

giovedì 23 aprile 2020

Taipei (parte 2)

Segue dal post: Taipei (parte 1)

I distretti orientali di Taipei, come Xinyi e Songshan, sono dedicate principalmente agli affari e alla politica, ma contengono diversi punti di interesse di primaria importanza e permettono varie attività ricreative.
taipei cosa fare e vedere
taipei 101
taipei cosa fare e vedere
panorama dallo xiangshan
Buon punto di partenza per la loro visita è il Daan Forest Park, un grosso polmone verde tra i palazzi con uno stagno con isolette in cui nidificano centinaia di uccelli e la Grand Mosque dalla cupola bronzea che sorge sul lato occidentale; tuttavia il motivo principale per venire da questa parti è ben visibile circa 1,5 km più in là, in fondo alla lunga e dritta Xinyi Road, dove si staglia con i suoi 508 metri di altezza. Il famosissimo Taipei 101 è stato infatti per alcuni anni e fino al 2008 il grattacielo più alto del mondo: un vero capolavoro della tecnica dall'accattivante struttura che ricorda in parte una pagoda e in parte un tronco di bambù.

giovedì 16 aprile 2020

Taipei (parte 1)

Un viaggio a Taiwan è sorprendentemente interessante e ricco di sorprese, caratteristiche che si riflettono pienamente nella sua vivace e piacevole capitale, cuore commerciale e culturale, oltre che politico, del piccolo stato insulare situato tra il Mar Cinese Orientale e quello Meridionale.
taipei viaggio in solitaria
longshan temple
taipei viaggio in solitaria
stazione centrale
Taipei è infatti un perfetto mix di antico e moderno e di aspetti culturali che all'inevitabile influenza cinese fondono anche caratteristiche coloniali europee e giapponesi (dato che l'isola di Formosa è stata sotto il domino nipponico dalla fine del XIX secolo fino alla conclusione della seconda guerra mondiale) con risvolti che talvolta la fanno assomigliare quasi più a una città coreana. La democrazia che governa il paese conferisce inoltre un'atmosfera particolarmente amichevole e ha donato ai suoi abitanti un'apertura mentale che non può passare inosservata se confrontata con quella della massa che vive nella madrepatria.

mercoledì 8 aprile 2020

Shanghai

Shanghai è la più vibrante, dinamica ed eclettica città della Cina, ma anche la sua area urbana più grande e il suo faro economico e commerciale: una metropoli gigante che alterna eleganti quartieri di aspetto europeo ad altri più tradizionali che mai, dove la storia va a braccetto con la modernità più spinta.
shanghai viaggio in solitaria fai da te
pudong
shanghai viaggio in solitaria fai da te
nanjing road
I suoi due aeroporti intercontinentali che fungono da punto di diramazione per innumerevoli destinazioni dell'Asia orientale e sud-orientale, uniti alla possibilità di richiedere un visto temporaneo gratuito di 144 ore direttamente all'immigrazione in entrambi gli scali, la rendono poi una destinazione perfetta anche per cominciare a prendere confidenza in maniera un po' più soft con la Terra di Mezzo, magari usandola come integrazione di un viaggio in un'altra nazione dell'area. A Shanghai infatti, l'inglese è meno sconosciuto che in altre parti del paese e muoversi in autonomia sicuramente più facile grazie a un'enorme rete di metropolitane che permette di spostarsi facilmente ed economicamente in tutto l'agglomerato, andando a raggiungere anche gli aeroporti di Hongquiao e PudongIl secondo di questi è inoltre servito anche dal treno Maglev a levitazione magnetica, che con i suoi 431 km/h di picco di velocità rappresenta un'esperienza piuttosto particolare.

mercoledì 1 aprile 2020

Nürtingen, Ulm ed Esslingen am Neckar

Durante la settimana dal 30 novembre al 7 dicembre ho partecipato come accompagnatore per conto della mia scuola ad una delle mobilità del progetto europeo Erasmus+, che si rivolge soprattutto agli studenti delle scuole superiori ma che ha rappresentato comunque una buona occasione di crescita personale e professionale e mi ha dato altresì modo di conoscere alcune località nel land tedesco del Baden-Württemberg.
nurtingen
marktstraße
nurtingen
nürtingen
Questo è stato un viaggio molto diverso da quello classico itinerante zaino in spalla e in solitaria che contraddistingue il mio credo turistico e la quasi totalità degli articoli di questo blog, tanto più che la stragrande maggioranza del tempo è stata dedicata alle attività del progetto e, per esempio, pur trovandomi a meno di 30 km da Stoccarda, non sono riuscito nemmeno per un minuto a mettere piede nell'importante città tedesca, aeroporto a parte. Tuttavia la scuola che ospitava gli incontri ha comunque trovato il modo di organizzare delle escursioni in alcune destinazioni che valgono la pena di essere raccontate.

martedì 24 marzo 2020

Norimberga

Norimberga è la seconda città della Baviera e il cuore economico e culturale della regione storica denominata Franconia, titolare inoltre di un passato dall'importanza più che rilevante.
norimberga viaggio in solitaria
handwerkerhof
norimberga viaggio in solitaria
fruentorturm
Nel XIII secolo infatti, Federico II la elesse a sua residenza preferita rendendola de facto la capitale del Sacro Romano Impero Germanico (che invece non ne ha mai avuta una ufficiale), ruolo ricoperto anche negli anni successivi e che ha poi spinto Hitler, diversi secoli più tardi, a proclamarla una delle tre führerstadt, le roccaforti del potere nazista, di cui rimangono numerose testimonianze. Legato a quest'ultimo motivo poi è anche il fatto che in seguito alla caduta del terzo reich, la città fu scelta come sede del tribunale speciale che si occupò di giudicare i crimini attuati dal nazismo e le persone responsabili di essi. Un mix di storia antica e moderna dunque, che le dona un notevole fascino e ne fa una delle destinazioni più interessanti della Germania.

giovedì 12 marzo 2020

Istantanee: Guatemala, Belize e Messico (parte 2)

Da quando mi sono smart-fonizzato e netbook-izzato è diventato molto facile interagire con i social network anche durante i viaggi, e ho preso così l'abitudine di scrivere, ogni sera o quasi, su FB le mie riflessioni a caldo sulla giornata di viaggio appena trascorsa. In realtà all'inizio era più che altro un modo per informare mia madre della situazione in cui mi trovavo, ma poi mi sono accorto che in molti leggevano con piacere quello che scrivevo. Sotto l'etichetta Istantanee ho pensato dunque di raccogliere quei post, viaggio per viaggio, nazione per nazione, e di pubblicare l'insieme sul blog; ne viene così fuori uno scritto forse meno utile a livello di informazioni, ma molto più spontaneo e ruspante degli articoli ragionati su cui ho sempre basato i contenuti del blog stesso.
GUATEMALA-BELIZE-MESSICO (21/7/2019 – 27/8/2019) 
Il confine Belize-Messico è strano: per uscire si paga (40 dollari beliziani, circa 20 americani) e il funzionario che se ne occupava leggendo il mio passaporto non ha potuto esimersi dal dirmi di essere tifoso della Roma, poi i due posti di controllo distano tra loro qualche chilometro e in mezzo solo recinzioni. Se non si fermava una macchina di buon cuore che mi ha portato fino alla seconda barriera una volta passata la prima, mi sarebbe toccato farmela a piedi sotto il sole...con lo zainone sulle spalle...da morire. In realtà credo che nella free zone nella direzione opposta alla strada per i controlli messicani ci siano dei taxi, ma dal percorso non si vedono. Per il resto però anche questo confine è stato superato senza troppi patemi.

giovedì 5 marzo 2020

Istantanee: Guatemala, Belize e Messico (parte 1)

Da quando mi sono smart-fonizzato e netbook-izzato è diventato molto facile interagire con i social network anche durante i viaggi, e ho preso così l'abitudine di scrivere, ogni sera o quasi, su FB le mie riflessioni a caldo sulla giornata di viaggio appena trascorsa. In realtà all'inizio era più che altro un modo per informare mia madre della situazione in cui mi trovavo, ma poi mi sono accorto che in molti leggevano con piacere quello che scrivevo. Sotto l'etichetta Istantanee ho pensato dunque di raccogliere quei post, viaggio per viaggio, nazione per nazione, e di pubblicare l'insieme sul blog; ne viene così fuori uno scritto forse meno utile a livello di informazioni, ma molto più spontaneo e ruspante degli articoli ragionati su cui ho sempre basato i contenuti del blog stesso.

GUATEMALA-BELIZE-MESSICO (21/7/2019 – 27/8/2019) 
Il vicino di posto in aereo durante il decollo continuava a farsi segni della croce mentre io vedendolo ho trovato indispensabile impegnarmi (con estrema discrezione) nel classico scongiuro maschile.

giovedì 27 febbraio 2020

Querétaro

Santiago de Querétaro, chiamata comunemente solo Querétaro come lo stato federato di cui è capitale, è la città più importante della zona degli altopiani centrali del Messico (la macroregione che una volta veniva chiamata Bajio), una metropoli vera e propria che ormai raggiunge comodamente il milione di abitanti.
queretaro viaggio in solitaria fai da te
centro storico
queretaro viaggio in solitaria fai da te
alameda hidalgo
La vasta area urbana può vantare una qualità della vita tra le più alte del paese, grazie all'intensa modernizzazione e industrializzazione avvenuta nella seconda parte del novecento, ma soprattutto un centro storico dal passato importante che l'ha dotata di un patrimonio culturale e architettonico tale da essere inserito dall'UNESCO nella sua lista fin dal 1996. La presenza di un aeroporto intercontinentale situato circa 30 km a est del centro ne testimonia la grandezza e l'importanza, che si riflettono anche nella moderna stazione degli autobus ben collegata con tutte le principali destinazioni del paese.

giovedì 20 febbraio 2020

San Miguel de Allende

Lo stato federato messicano di Guanajuato, a qualche ora d'autobus a nord della capitale, è legato indissolubilmente alla guerra d'indipendenza dalla Spagna e ad alcune delle figure chiave della storia del paese sudamericano come Miguel Hidalgo e Ignacio Allende, rivoluzionari oggi considerati padri della patria.
san miguel de allende viaggio in solitaria
zona dell'ostello
san miguel de allende viaggio in solitaria
verso il centro
Oltre allo splendido capoluogo da cui la regione prende il nome, due affascinanti cittadine hanno avuto un ruolo primario in quei fatti dell'inizio del XIX secolo, come luoghi di nascita o delle imprese di questi due grandi personaggi: Dolores Hidalgo e San Miguel de Allende, che in più, per il loro aspetto indubbiamente pittoresco, furono inserite anche nella lista del "pueblos magicos" nazionale. La seconda delle due in particolare, nel 2008 è stata inserita dall'UNESCO nella lista dei patrimoni dell'umanità, perdendo così il suo status precedente ma diventando al contempo una delle destinazioni turistiche più ricercate (prevalentemente da americani e messicani) della nazione.

giovedì 13 febbraio 2020

Guanajuato

Pochissimi turisti europei (al contrario di americani e asiatici) che viaggiano in Messico prendono in considerazione anche le destinazioni a nord della capitale, mentre invece tutta la zona degli altopiani centro-settentrionali offre sia spunti di grandissimo interesse storico-culturale che scenografie di grande impatto e il posto più di tutti unisce queste due caratteristiche è sicuramente la cittadina di Guanajuato.
guanajuato viaggio in solitaria fai da te
plaza de la paz
guanajuato viaggio in solitaria fai da te
basilica de nuestra señora
La capitale dell'omonimo stato federato può sfoggiare tale titolo grazie al suo notevole passato coloniale di ricchissimo centro di estrazione e lavorazione dell'argento, che l'ha dotata di un grande patrimonio artistico e culturale che ha inoltre convinto l'UNESCO a inserirla nella sua lista nel 1988, anche se al giorno d'oggi la città di gran lunga più grande e importante della regione è la non lontana metropoli di León. Dal Terminal Norte di Città del Messico comunque, ci sono diverse corse giornaliere che la collegano direttamente senza dover passare per l'ingombrante vicina (da Puebla invece bisogna necessariamente passare per la capitale e cambiare anche terminal dei bus).

giovedì 6 febbraio 2020

Puebla

Puebla (nome completo Puebla de Zaragoza) è la quarta città del Messico e la capitale dello stato federato omonimo. Nonostante il suo nome sia conosciuto più o meno da tutti, il suo centro storico possa vantare un incredibile patrimonio storico e culturale di estrazione coloniale che le conferisce il titolo di patrimonio UNESCO e la sua posizione a soli 130 km a sud-est di Città del Messico, percorribili in due ore scarse di autobus, sono però pochissimi i turisti occidentali (e pressoché nessun italiano) che scelgono di visitarla, perdendosi così un vero gioiello.
puebla viaggio in solitaria fai da te
palazzi e azulejos di puebla
la strada per puebla
Da Oaxaca invece, ci vogliono circa 4 ore (peccato che un enorme blocco del traffico sull'autostrada a poche decine di chilometri dall'arrivo abbia tolto diverse altre ore utili alla visita) che scorrono attraverso un affascinante paesaggio montano dove si può scorgere in lontananza anche il Citlaltépetl, la montagna più alta del Messico. Puebla è una vera metropoli con un'area urbana molto vasta e la principale stazione dei bus, chiamata CAPU, si trova oltre 4 km a nord del centro; come per la capitale però, alcune linee di Metrebus (degli autobus con corsie riservate e stazioni sopraelevate e chiuse da tornelli che funzionano come una vera e propria metro; per evitare di fare la necessaria tessera per poi usarla solo un giorno o due, potete chiedere alla guardia all'ingresso che farà da tramite con qualche abitante del posto facendovi caricare il soldi del biglietto sulla loro tessera e usandola per farvi passare) permettono di muoversi senza problemi e raggiungere tutti i punti più importanti.

giovedì 30 gennaio 2020

Oaxaca

Oaxaca de Juarez, capitale dell'omonimo stato federato, è una delle destinazioni più importanti dal punto di vista storico e culturale di tutto il Messico, nonché una comoda tappa per spezzare il lungo tragitto che collega la capitale del paese agli stati del sud e dell'est come il Chiapas e lo Yucatan.
oaxaca viaggio in solitaria fai da te
città vecchia di oaxaca 
oaxaca viaggio in solitaria fai da te
mezcaleria
Questa sua posizione strategica infatti fa si che la città sia ben collegata con tutte le località più importanti: da San Cristobal de las Casas in particolare, le 11 ore abbondanti di viaggio possono essere superate senza traumi optando per un bus notturno (in Messico, i mezzi di prima classe sono di ottimo livello e ci si dorme piuttosto bene) che arriva a destinazione giusto all'ora di colazione. Il terminal ADO di arrivo si trova poco più di 2 km a nord-est della piazza centrale ed è collegato tramite un buon numero di bus urbani e colectivos.

giovedì 23 gennaio 2020

San Cristobal de las Casas

San Cristobal de las Casas non è la capitale politica e amministrativa del Chiapas, ruolo che spetta alla ben più grande Tuxtla Gutiérrez, ma è senz'altro la città più importante dello stato federato per quello che riguarda la cultura, la storia sia antica che più recente e l'industria turistica.
san cristobal casas viaggio in solitaria fai da te
parque de la merced
san cristobal casas viaggio in solitaria fai da te
zona occidentale
Questa località, essendo stata fondata nel 1528, è infatti uno dei primi avamposti coloniali spagnoli fungendo per secoli da centro nevralgico della zona degli altopiani della Sierra Madre e di tale fatto conserva ancora parecchie evidenze. La sua popolazione è inoltre per la maggior parte formata da indigeni, cosa che le conferisce la veste di fulcro della cultura autoctona e che l'ha portata a diventare il centro più importante della rivolta dell'EZLN nel 1994. Per tutti questi motivi e ovviamente anche per il suo aspetto molto pittoresco, nel 2003 è entrata a far parte della lista dei pueblos magicos stilata dal governo messicano, divenendo via via una destinazione sempre più appetita dai viaggiatori.

lunedì 13 gennaio 2020

Palenque

Opinione comune, alla quale personalmente mi associo, tra chi ha viaggiato in Messico è che il sito archeologico maya più bello e affascinante sia quello di Palenque, nello stato federato del Chiapas.
palenque viaggio in solitaria
gruppo centrale
emiliano zapata
Le splendide strutture in ottime condizioni unite alla particolarissima ambientazione, dove la giungla si fonde con le prime propaggini della Sierra Madre, garantiscono infatti una scenografia cui nessun turista può rimanere indifferente. La moderna cittadina che porta lo stesso nome invece non ha poi molto da offrire alla vista, tuttavia è un'ottima soluzione per quello che riguarda l'alloggio e i servizi con una strizzata d'occhio da non sottovalutare anche alle attività serali, oltre ovviamente a costituire un comodo snodo dei trasporti.