mercoledì 1 aprile 2020

Nürtingen, Ulm ed Esslingen am Neckar

Durante la settimana dal 30 novembre al 7 dicembre ho partecipato come accompagnatore per conto della mia scuola ad una delle mobilità del progetto europeo Erasmus+, che si rivolge soprattutto agli studenti delle scuole superiori ma che ha rappresentato comunque una buona occasione di crescita personale e professionale e mi ha dato altresì modo di conoscere alcune località nel land tedesco del Baden-Württemberg.
nurtingen
marktstraße
nurtingen
nürtingen
Questo è stato un viaggio molto diverso da quello classico itinerante zaino in spalla e in solitaria che contraddistingue il mio credo turistico e la quasi totalità degli articoli di questo blog, tanto più che la stragrande maggioranza del tempo è stata dedicata alle attività del progetto e, per esempio, pur trovandomi a meno di 30 km da Stoccarda, non sono riuscito nemmeno per un minuto a mettere piede nell'importante città tedesca, aeroporto a parte. Tuttavia la scuola che ospitava gli incontri ha comunque trovato il modo di organizzare delle escursioni in alcune destinazioni che valgono la pena di essere raccontate.

nurtingen
schloßberg
nurtingen
schloßberg
La cittadina dove si trova tale scuola (la Albert Schäffle Schule), Nürtingen, è situata appunto poche decine di chilometri a sud di Stoccarda e ha fatto da base a tutte le delegazioni provenienti da altri 5 paesi europei. Di certo questa non può essere considerata una destinazione dal particolare richiamo turistico, ciononostante qualcosa da mostrare ce l'ha e non manca nemmeno qualche struttura ricettiva, legata soprattutto a motivi economici. In particolare l'Hotel Pflum è una buona sistemazione, anche se non molto economica, situata a ridosso del centro storico. La singola in mansarda (dove alloggiavo io) era piuttosto bella, mentre le altre, pur con lo stesso mobilio, mi sono sembrate di livello inferiore; l'hotel ospita anche un ristorante che può essere preso in considerazione per la cena anche nel caso non si alloggiasse lì.

nurtingen
schillerplatz e kreuzkirche
nurtingen
blockturm
nurtingen
centro di nürtingen










Nürtingen si trova sulla riva orientale del fiume Neckar, lo stesso che dopo qualche centinaio di chilometri bagna la bellissima Heidelberg.
nurtingen
blockturm
nurtingen
nürtingen
Già dal ponte di fronte al centro storico si aprono belle vedute sul fiume, dove c'è anche una piccola chiusa, nonché sulla prima fila di edifici tradizionali che formano la città vecchia. Quest'ultima è di dimensioni molto limitate e si gira in pochi minuti, tuttavia nasconde un buon numero di scorci pittoreschi creati da stretti vicoli con le classiche case a graticcio, da alcune costruzioni storiche più importanti e monumentali e infine da qualche rimanenza di fortificazioni medievali come la Blockturm con il suo bastione.
nurtingen
neckar
nurtingen
neckar
Tra i punti più scenografici spicca la Marktstraße, antico luogo di mercato dove si affacciano anche il Rathaus e un antico collegio e in fondo alla quale si arriva sotto al campanile della chiesa più importante della città, la gotica St. Laurentius. Da qui una scalinata riporta sul lungofiume, ma invece un vicoletto laterale, lo Schloßberg, si infila tra le case sbucando in un angolo estremamente pittoresco. A fianco della chiesa corre invece la Kirchstraße, la principale via commerciale del centro, che poco dopo diventa pedonale e arriva fino alla Schillerplatz e all'altra chiesa di rilievo, la Kreuzkirche. All'estremità orientale del centro storico sorge la stazione ferroviaria (con collegamenti diretti con Stoccarda in meno di mezz'ora) mentre alle spalle di questa si allarga la zona più moderna.
nurtingen
chiusa a nürtingen
nurtingen
nürtingen
Nürtingen non offre grandi possibilità di svago serale e anche le alternative per la cena non sono molte e sono soprattutto di tipo etnico (ci sono diversi ristoranti italiani in effetti), mentre qualche taverna tipica si trova proprio sotto allo Schloßberg. Se si è provvisti di un mezzo di locomozione proprio però, una buona idea è quella di raggiungere la vicina località di Beuren e in particolare il suo Museo all'Aperto (Freilichtmuseum), dove uno tra le due dozzine di edifici tradizionali, la Landhaus Engelberg, ospita un ristorante tipico che propone sostanziosi piatti regionali (come l'oca arrosto). I patiti dei mercatini di natale infine, potranno trovarlo nei fine settimana decembrini lungo Kirchstraße e nel piccolo slargo dietro l'abside di St. Lorentius.

nurtingen
kirchstraße
nurtingen
kirchstraße
nurtingen
nürtingen
esslingen
marktplatz a esslingen
esslingen
vecchio municipio di esslingen
nurtingen
municipio di nürtingen

In verità, la destinazione imperdibile per chi non può fare a meno di girare per mercatini di natale si trova un ventina di chilometri più a nord.
nurtingen
st. laurentuis nürtingen
esslingen
st. dionys esslingen
Esslingen am Neckar sorge anche lei, come suggerisce il nome, sulle sponde dello stesso fiume ma si trova solo circa 10 km a sud-est di Stoccarda, con la quale è collegata anche dalla metropolitana U-Bahn, andando a rappresentare in ogni caso un'escursione da non perdere per chi si trovi a visitare il capoluogo del land. La cittadina può infatti vantare un centro storico medievale, situato in parte su delle isole fluviali, abbastanza esteso oltre che ottimamente conservato (è scampato quasi completamente alle devastazioni della II guerra mondiale) e, dalla fine di novembre, vi si tiene un vasto mercatino di natale, una porzione del quale a tema medievale.
esslingen
hafenmarkt esslingen
esslingen
pilensustraße
Il centro della scena (dove si tiene il mercato natalizio classico, quello più grande) è l'ampia Marktplatz, circondata da palazzi storici e dominata dall'imponente presenze di ben tre chiese gotiche: la protestante Stadtkirche St. Dionys, la domenicana Münster St. Paul con monastero annesso e la Frauenkirche. L'adiacente Rathausplatz si fregia della presenza sia del vecchio Municipio medievale dotato di carillon che del nuovo Rathaus settecentesco, mentre un'altra piazza da vedere è la poco distante Hafenmarkt, dove si tiene la parte medievale del mercatino natalizio, cinta da case antichissime. Girando tra i vicoli del centro storico ci si può facilmente imbattere in una miriade di case a graticcio (tra le quali, pare, le due più antiche della Germania, in Heugaße e Webergaße), in una delle peculiari Plefghöfe (le case di cura appartenenti ai monasteri stranieri) o nei resti delle fortificazioni e delle torrette che ne facevano parte.
esslingen
esslingen
esslingen
marktplatz esslingen
Chi arriva dalla stazione ferroviaria può arrivare in centro percorrendo le pedonali Banhofstraße e Pilensustraße, le due vie commerciali più importanti della città entrambe ricche di architetture storiche e con la seconda che attraversa anche la piccola isola formata da un ramo del Neckar. Durante i mercatini, Esslingen è molto affollata, ma in ogni caso è una destinazione turistica di primaria importanza e vi si possono trovare diverse taverne tradizionali dove sollazzarsi con l'autentica cucina tradizionale: tra queste spicca la Palmscher Bau, ospitata in una residenza storica e dagli interni tutti in legno.

ulm germania
mura di ulm
ulm germania
lungofiume di ulm
ulm germania
danubio a ulm
ulm germania
fischerviertel
ulm germania
fischerviertel
ulm germania
fischervirtel

ulm germania
große blau
ulm germania
große blau
ulm germania
fischerviertel

La località più interessante toccata durante le brevi escursioni nella regione è stata però Ulm, famosa per essere la città natale di Albert Einstein.
ulm germania
torre del duomo
ulm germania
münster
Anche lei si trova sulle sponde di un fiume, ma questo è decisamente più importante del precedente trattandosi del Danubio (e vedere "sua maestà" all'inizio del suo lungo corso non lascia indifferenti, soprattutto se si ha la possibilità di raffrontarlo con l'aspetto che ha più avanti, quando attraversa le diverse capitali europee o quando arriva al suo incredibile delta). Il lungofiume è stato trasformato in un piccolo e piacevole parco separato dall'abitato dalle mura cittadine risalenti alla fine del XV secolo, dietro alle quali spicca la pendente Metzgrturm.
ulm germania
fischerviertel
ulm germania
fischerviertel
Dalla porta in corrispondenza dell'immissione del fiumiciattolo Große Blau si entra invece nel Fischerviertel, l'antico quartiere degli artigiani e dei pescatori, che ora rappresenta la zona più pittoresca della città grazie alle tante abitazioni storiche a graticcio perfettamente restaurate che ora ospitano ristoranti e piccoli hotel, tra i quali uno pendente famoso per essere il più "storto" del mondo. 
Il resto del centro storico presenta invece una curiosa commistione di edifici antichi e moderni, in alcuni casi anche di notevole rilevanza (come la Stadthaus di Richard Meier nella piazza principale). Un breve percorso porta a sbucare nella Münsterplatz, dominata dalla presenza del celebre Duomo, principale attrazione di Ulm e mastodontico capolavoro gotico che sfoggia il campanile più alto del mondo (anche se i suoi 161 metri verranno presto superati dalla torre centrale della Sagrada Familia).
ulm germania
torre del duomo
ulm germania
münster
Il mercato natalizio che occupa la piazza e lo spazio sotto alla fiancata meridionale della chiesa è un po' molesto, poiché copre la vista d'insieme della grandiosa costruzione, che però anche all'interno è altamente scenografica. La direttrice pedonale formata da Bahnhofstraße e Hirschstraße, che dalla stazione porta in piazza, unita alla sua prosecuzione Hafengaße, che passa a lato del Münster fino al limite orientale del centro, è il cuore commerciale e del passeggio e vi si affacciano anche molti palazzi storici, tuttavia la zona più interessante è quella che riporta verso il fiume, al centro della quale la Marktplatz è caratterizzata dall'insolita coppia formata dal bellissimo Rathaus medievale con le facciate ricoperte di pitture rinascimentali e dalla moderna piramide di vetro che ospita la biblioteca cittadina, mentre poco distante sorge la barocca Schwörhaus.
ulm germania
münster
ulm germania
hafengaße
Tutto il centro storico è pieno di pub, ristoranti, caffè e taverne (o in periodo di mercato di natale ci si può riempire di gluhwein e würstel alle tante bancarelle), ma le più accattivanti tra queste si trovano nel Fischerviertel, come per esempio la Zunfthaus der Schiffleute, dove gustare cucina tipica nell'ex casa della corporazione dei marinai. Ulteriori escursioni organizzate nell'ambito del progetto sono state poi quella a Francoforte sul Meno e a Dachau, dove una giornata nebbiosa con la temperatura sotto zero ha reso ancora più angosciante, ma ulteriormente più ricca di significato, una visita di per sé già dura da affrontare dal punto di vista emotivo.
(30 novembre - 7 dicembre 2019)


ulm germania
rathaus di ulm
ulm germania
hafengaße
ulm germania
münster di ulm
ulm germania
schwörhaus
ulm germania
ulm
ulm germania
marktplatz di ulm
ulm germania
biblioteca
ulm germania
fischerviertel
ulm germania
münsterplatz

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.