martedì 20 febbraio 2024

Can Tho: un giorno e una notte nella metropoli del delta del Mekong

Can Tho è la più grande tra le città del delta del Mekong, una vera metropoli situata sulla sponda meridionale del fiume Hau, ovvero il maggiore tra i tanti rami che formano la foce del grande e iconico fiume indocinese.
can tho cosa fare e vedere
canale can tho
can tho cosa fare e vedere
canale can tho
Quello che sorprende però è che, a dispetto del suo milione e mezzo abbondante di abitanti, la città mostra un aspetto e un'atmosfera piacevoli, accoglienti e rilassati, quasi più propri di una cittadina di campagna. Al tempo stesso si tratta tuttavia di un importantissimo centro economico e industriale che può ben fungere da base per la visita della particolarissima regione circostante, segnata dalle vie d'acqua, dai mercati galleggianti e dalle tante fabbriche legate alla produzione agricola, alimentare e manifatturiera che rappresenta il vero traino del Vietnam del sud. Molti interessanti templi, bei panorami sull'acqua, zone naturalistiche e una celebrata scena gastronomica completano poi l'offerta di una destinazione sempre molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo.

martedì 13 febbraio 2024

Ho Chi Minh City: cosa fare e cosa vedere nella grande Saigon

Ho Chi Minh City (spesso abbreviato in HCMC) è ormai una mastodontica conurbazione di diverse città, qualcuna anche parecchio grande, ma il municipio più centrale e storico che è in effetti titolare del nome viene invece comunemente ancora chiamato Saigon più o meno da tutti.
saigon cosa fare e vedere
cholon
saigon cosa fare e vedere
museo di storia vietnamita
Questa megalopoli, che contende a Bangkok il ruolo di città più grande dell'Indocina, è il faro economico e industriale del Vietnam, ma anche dal punto di vista culturale e turistico si sta ritagliando una notevole importanza. Pur se neanche lontanamente antica come Hanoi, Saigon può infatti vantare comunque un interessante patrimonio storico risalente al principalmente al periodo in cui era la capitale coloniale dei territori francesi e, successivamente, del Vietnam del Sud, ma alcuni templi sono anche più antichi, senza contare che, qui più che in ogni altro luogo del paese, le tante testimonianze della famigerata guerra associata al nome della nazione aggiungono si motivi di riflessione ma anche fascino e interesse. A tutto ciò  si sommano diverse spettacolari architetture moderne e un'atmosfera vivace e cosmopolita che fanno della città una destinazione assolutamente imperdibile.

martedì 6 febbraio 2024

Da Lat: una tappa sugli altopiani del Vietnam del sud

Da Lat è una destinazione particolarmente apprezzata da chi si trova a viaggiare nelle regioni meridionali del Vietnam poiché offre un completo cambio di prospettiva rispetto alle altre località di punta della zona.
da lat vietnam cosa fare e vedere
ho xuan huong
da lat vietnam cosa fare e vedere
da lat centro
La città si trova infatti a 1500 metri di quota sugli altopiani che riempiono la porzione di territorio che va dalle immediate vicinanze della costa fino quasi al confine con la Cambogia. La verde ambientazione montana, le temperature estremamente più gradevoli rispetto a Saigon o alle altre località più in basso, la possibilità di fare attività immersi nella natura e un discreto numero di attrazioni di tipo culturale la rendono quindi molto popolare sia tra i turisti stranieri che tra gli stessi vietnamiti, che qui vengono volentieri per un fine settimana "al fresco" o per le lune di miele.

martedì 30 gennaio 2024

Nha Trang: un giorno e una notte nella famosa località balneare del Vietnam meridionale

Nha Trang è una delle mete preferite in assoluto dai vietnamiti (e dai russi, a quanto pare) per fare una vacanza di tipo balneare e di certo la località marina di punta della parte meridionale del paese.
nha trang vietnam cosa fare e vedere
spiaggia di nha trang
nha trang vietnam cosa fare e vedere
stazione di nha trang
Ciò che la rende tale è probabilmente il fatto che, oltre ad avere vari chilometri di belle spiagge unite a un'affascinante costa montuosa e punteggiata di isolette a formare una splendida baia, si tratta di una vera e propria città, con strutture moderne e adeguate alla richiesta, una vita serale in grado di soddisfare i nottambuli e diverse opzioni alternative al semplice oziare sulla sabbia. Non vanno infine trascurate alcune attrazioni di carattere storico e culturale che possono rendere questa destinazione appetibile anche per i turisti stranieri, in particolar modo quelli che dalle province centrali del Vietnam scelgono di raggiungere Saigon via terra e cercano un buon punto dove spezzare il lungo trasferimento.

martedì 23 gennaio 2024

Da Nang: due giorni nella metropoli del Vietnam centrale

Da Nang è la città più grande del Vietnam centrale e il suo maggior snodo dei trasporti, per cui durante un viaggio itinerante nel paese ci si ritroverà quasi sicuramente a passarci, in particolar modo per raggiungere la vecchia capitale imperiale Huè o per godere dell'atmosfera particolare della pittoresca Hoi An.
da nang cosa fare e vedere vietnam
da nang dal ponte thuan phuoc
da nang cosa fare e vedere vietnam
diocesi di da nang
Negli ultimi anni tuttavia, Da Nang si sta ritagliando un ruolo crescente nell'industria turistica vietnamita per vari motivi, a partire dalle ampie e lunghissime spiagge proprio a ridosso del centro, ma non mancano nemmeno dei suggestivi siti naturalistici e punti di interesse storico e culturale, senza trascurare alcune costruzioni moderne di sicuro impatto. La città sta vivendo infine uno sviluppo tra i maggiori di tutto il Vietnam e si è ormai trasformata in una vera metropoli ma può vantare un'atmosfera molto piacevole e vivace che non può che lasciare soddisfatto chi decida di passarci un paio di giorni o anche di più, prendendola magari come base per le esplorazioni della provincia circostante.

martedì 16 gennaio 2024

Hoi An: visita alla città dall'atmosfera più tradizionale del Vietnam

L'incantevole Hoi An è una delle destinazioni più celebrate e frequentate del Vietnam e forse il luogo di maggior richiamo turistico di tutta la parte centrale del paese.
hoi an cosa fare e vedere
dal ponte pedonale
hoi an cosa fare e vedere
nella città vecchia
Il suo delizioso centro storico, dichiarato patrimonio UNESCO nel 1999, mantiene infatti ottimamente conservati la struttura e gli edifici del periodo cha va dal XV al XIX secolo regalando ai visitatori una profusione di scorci altamente pittoreschi e di angoli perfetti per fotografie di assoluto impatto (non c'è dubbio che l'avvento di Instagram abbia contribuito parecchio alla crescente popolarità della cittadina), cui si aggiunge un'atmosfera tutta particolare non totalmente intaccata dalle enormi frotte di turisti provenienti da tutto il mondo che ne affollano i vicoli e i punti di interesse. 
hoi an cosa fare e vedere
nella città vecchia
hoi an cosa fare e vedere
nella città vecchia
In aggiunta, in un raggio di pochi chilometri dal centro storico ci sono altri interessanti siti di carattere storico, culturale, naturalistico o particolarmente curiosi, nonché alcune belle spiagge dove fare un po' di vita balneare. Infine, Hoi An è anche il punto d partenza ideale per l'escursione alle rovine di My Son, il più importante sito archeologico del paese, anch'esso patrimonio UNESCO: per tutti questi motivi quindi, la città è un'ottima base per soggiorni anche di diversi giorni.

martedì 9 gennaio 2024

Huè: cosa fare e vedere nell'antica capitale imperiale del Vietnam

Strategicamente posizionata al centro del paese, più o meno equidistante dalle due grandi metropoli, Huè ancora oggi ricopre un ruolo di prim'ordine per ciò che riguarda la spiritualità, la cultura e l'arte del Vietnam.
huè cosa fare e vedere
fiume dei profumi
huè cosa fare e vedere
edifici coloniali in centro
Per quasi 150 anni tra il XIX e il XX secolo infatti, la città ha ricoperto il ruolo di capitale dell'impero unificato durante la dinastia degli Nguyen e precedentemente anche del regno meridionale, fino a quando con la fine dell'epoca coloniale, nel 1945, il ruolo di capitale passò ad Hanoi. Come centro religioso invece, la località non ha mai smesso di influenzare la cultura vietnamita già da alcuni secoli. Tutto ciò si riflette in un enorme patrimonio storico e architettonico che si allarga anche in un raggio di alcune decine di chilometri fuori dal centro urbano vero e proprio; questo costituisce una meraviglia inserita nella lista UNESCO dei patrimoni dell'umanità che, unita alla particolare ambientazione donatale dal passaggio dell'ampio e affascinante Fiume dei Profumi (Song Huong in lingua originale), spinge ogni anno milioni di turisti sia internazionali che locali a visitarla facendone una delle tappe imprescindibili di un viaggio itinerante alla scoperta del Vietnam.

giovedì 14 dicembre 2023

Sapa: due giorni tra le montagne e le risaie del nord del Vietnam

Un'altra delle tappe più gettonate in assoluto di un viaggio in Vietnam è quella alla cittadina di montagna di Sapa, situata nell'estremo nord del paese, a pochi chilometri dal confine con la Cina, nonché a 1500 metri di quota.
sapa vietnam cosa fare e vedere
sapa e il lago
sapa vietnam cosa fare e vedere
sapa e il lago
I motivi che spingono diverse migliaia di turisti ogni settimana a raggiungere questo remoto insediamento sperso tra alte montagne risiedono senz'altro nella possibilità di effettuare degli splendidi trekking godendosi un paesaggio unico che contrappone i picchi più alti della nazione a profonde e verdissime vallate coltivate a riso o a tè. A questi però si aggiunge anche un interessante risvolto culturale, poiché nei villaggi rurali di quest'area risiedono prevalentemente delle popolazioni appartenenti a minoranze etniche, ognuna con i propri usi e costumi sui quali le guide locali non mancano mai di porre l'attenzione durante le varie escursioni. Infine, le temperature notevolmente più basse (quasi fresche) che in pianura rappresentano un piacevolissimo diversivo all'opprimente caldo umido delle altre destinazioni del nord del Vietnam.

martedì 5 dicembre 2023

Ninh Binh: cosa fare e vedere in una delle zone più scenografiche del Vietnam del nord

La città di Ninh Binh e la sua provincia non vengono sempre prese pienamente in considerazione durante la pianificazione di un itinerario attraverso il Vietnam, anche se negli ultimi anni la fama e l'appeal turistico di questa zona sono in decisa ascesa.
ninh binh cosa fare e vedere
bich dong pagoda
ninh binh cosa fare e vedere
fuori tam coc
L'area a est e nord-est della città infatti, dove la pianura alluvionale formata dal delta del Fiume Rosso viene interrotta da colline calcaree che fanno da preludio ad alture più importanti, può vantare un'insieme altamente scenografico di splendidi paesaggi caratterizzati dalla contrapposizione di risaie e valli fluviali con le magiche scogliere di arenaria delle colline che tanto ricordano le isolette della baia di Halong, cui si aggiungono gli aspetti storici e culturali dati dai tanti templi, santuari e antichi palazzi di potere (qui sorgeva infatti la capitale del regno nel X secolo) sparsi su una superficie relativamente contenuta. 
ninh binh cosa fare e vedere
tam coc
ninh binh cosa fare e vedere
tam coc
Il patrimonio di questa provincia è dunque molto consistente e la profusione di punti di interesse e attrazioni varie necessita di almeno un paio di giorni per essere sviscerata in maniera soddisfacente, almeno per quanto riguarda i siti di maggiore fama e richiamo, tuttavia vi si potrebbe rimanere anche molto di più e scoprire comunque dei siti naturalistici, storici o legati alla cultura delle popolazioni locali, che meritano attenzione, senza dimenticare che la piacevolezza e la varietà del paesaggio ben si sposano anche con il relax e le attività ad esso associate.

martedì 28 novembre 2023

La crociera nella baia di Ha Long e un giorno (e una notte) sull'isola di Cat Ba

Tra le attività imperdibili durante un viaggio nel Vietnam del nord c'è sicuramente la crociera nella baia di Ha Long, il famosissimo tratto di mare chiuso da una barriera di migliaia di isolette calcaree ricoperte di vegetazione, talmente scenografica da essersi meritata di far parte delle sette (nuove) meraviglie naturali del mondo.
baia di halong
la baia da ti top
baia di halong
moli di tuan chau
Raggiungere la baia in autonomia e muoversi attraverso di essa alla ricerca dei punti più interessanti e spettacolari è in realtà possibile, senza contare che nelle isole più grandi situate a nord-est è possibile andare per fare qualche giorno di vita balneare, ma la cosa richiede un certo sforzo, una pianificazione adeguata e, soprattutto, parecchio tempo da perdere, cosa che chi visita il paese asiatico spesso non ha a disposizione. Per gli amanti del fai da te (come il sottoscritto) che si volessero fermare almeno un giorno in più in zona c'è però qualcosa da fare in aggiunta e senza necessariamente ricorrere ai servizi di un'agenzia: raggiungere l'isola di Cat Ba, la più grande dell'arcipelago, per immergersi in una situazione sempre molto turistica ma più genuina e con qualche motivo di interesse nuovo. 
baia di halong
nella baia di ha long
baia di halong
moli di tuan chau
C'è da dire anche qui che agosto non è proprio il periodo migliore per visitare la baia di Ha Long, poiché  quasi sicuramente si dovrà combattere un po' con il cielo coperto e la pioggia (se non arriva proprio un tifone a rendere impossibile la crociera), tuttavia il fascino e la spettacolarità del luogo non vengono intaccate più di tanto dalla mancanza di sole e cielo azzurro (le fotografie però si, forse un pochino vengono intaccate) e ci si riesce a godere comunque benissimo l'esperienza, per cui anche durante un viaggio estivo in Vietnam è doveroso ritagliarsi due o tre giorni per visitare questa meraviglia assoluta.

martedì 21 novembre 2023

Hanoi: alla scoperta della capitale del Vietnam

Hanoi non è soltanto la capitale del Vietnam, ma ne è anche la città più rappresentativa, quella dove comprendere maggiormente, forse meglio che nella sua moderna controparte meridionale, cos'era e cos'è adesso questo meraviglioso e complesso paese.
hanoi cosa fare e vedere
hoan kiem
hanoi cosa fare e vedere
den ngoc son
Rispetto ad altre megalopoli asiatiche, Hanoi ha forse meno siti di grande impatto da offrire, ma il suo fascino risiede principalmente nelle strade, nei mercati, nei templi, nella commistione di vecchi edifici coloniali e costruzioni nuove e futuristiche, nell'atmosfera e negli scorci sui tanti laghi e laghetti che punteggiano l'abitato, nella vivace attività e nell'accogliente cordialità dei suoi abitanti: un insieme che vale molto di più della somma delle sue attrazioni da copertina e che soddisfa un soggiorno sicuramente più lungo del tempo necessario a visitare queste ultime per poi scappare verso le altre località di punta del nord della nazione. In tutto ciò, c'è però da dire che agosto non è un periodo molto adatto per godersela al meglio per via delle frequenti e intense piogge e, soprattutto, per l'umidità a livelli inimmaginabili che rende insopportabile anche una temperatura non elevatissima (intorno ai 30°C di massima): si suda continuamente anche da fermi e anche di notte, durante gli scrosci di pioggia ci si ritrova fradici anche se si è al riparo e anche quella che dovrebbe essere una piacevole e interessante camminata diventa più impegnativa.

lunedì 13 novembre 2023

Lopburi: cosa fare e cosa vedere nella città delle scimmie della Thailandia

Lopburi è una delle località più importanti, sia storicamente che turisticamente parlando, tra quelle situate a nord di Bangkok, lungo i percorsi che dalla capitale portano verso le regioni settentrionali della Thailandia.
lopburi cosa fare e vedere
macaco di lopburi
lopburi cosa fare e vedere
wat phrasi rattana mahathat
La città rivestì infatti una certa importanza come capitale di un piccolo stato durante tutto il medioevo e sotto l'impero khmer per poi tornare allo splendore durante il XVII secolo, quando uno dei re di Ayutthaya la scelse come sua residenza estiva dotandola di un magnifico palazzo. Nel XIX secolo fu infine rimessa a nuovo da re Rama IV e proclamata città reale. Il più importante motivo di richiamo turistico di Lopburi è costituito dalle centinaia di scimmie, in particolare macachi, che popolano il centro storico rendendone la visita insolita e quindi accattivante, è tuttavia il suo più che rispettabile patrimonio storico e archeologico a giustificare pienamente il viaggio e il soggiorno.