giovedì 16 giugno 2022

Derry e la Giant's Causeway: una giornata in tour nell'Ulster

Durante le mobilità del progetto Erasmus+ delle scuole superiori, la scuola ospitante si preoccupa sempre di organizzare una o più escursioni generalmente legate agli argomenti dei lavori del progetto in questione.

giant's causeway cosa fare e vedere
il selciato del gigante
derry londonderry cosa fare e vedere
case di derry
Risulta abbastanza ovvio quindi che, essendo incentrata la mobilità nella scuola di Belfast sulla libertà di religione e di come questa sia legata ai diritti umani, un'escursione nella seconda città dell'Irlanda del Nord, luogo simbolo della divisione tra nazionalisti cattolici e unionisti protestanti fin dalla seconda metà del XVII secolo, sia estremamente in tema. Una volta coperti gli oltre 100 km che la separano dalla capitale dello stato e potendo muoversi in autonomia, sembra altresì scontata una tappa nel più famoso sito turistico dell'Ulster. L'intero gruppo con le delegazioni partecipanti al progetto si è mosso con un autobus privato noleggiato dalla scuola, ma entrambe le destinazioni sono raggiungibili anche autonomamente affidandosi alla rete di autobus extraurbani (la seconda con un po' più di difficoltà, anche se ci arriva pure la ferrovia).

mercoledì 8 giugno 2022

Belfast: una settimana in Irlanda del Nord per il progetto Erasmus+ delle scuole superiori

L'ultima tappa del progetto Erasmus+ delle scuole superiori in cui era coinvolta la mia scuola è stata a Belfast (altre mobilità cui ho preso parte sono state nella cittadina norvegese di Sogndal e in quella tedesca di Nürtingen) e si è svolta nella settimana dal 7 al 13 maggio 2022.

belfast cosa fare e vedere
salmone sul lungofiume
belfast cosa fare e vedere
let's go hydro
Anche in questo caso, come nei precedenti, l'aspetto puramente escursionistico è passato senz'altro in secondo piano e la maggior parte del tempo l'ho spesa con il mio gruppo di 5 studenti e due colleghe (oltre che insieme alle delegazioni di altre scuole europee) a scuola, nella periferia settentrionale dell'abitato; tuttavia, grazie alla sua storia particolarissima, la capitale dell'Irlanda del Nord è di certo molto adatta per i lavori di un progetto che parli di diritti umani (e in questa tappa nello specifico, su come la libertà di religione si leghi a questi), permettendomi di andare ad investigare molto bene la contrapposizione tra cattolici e protestanti (anche se, per ragioni logistiche, forse il punto di vista dei secondi si trovato un po' più rappresentato) e scoprendo anche i luoghi più emblematici legati a questa. Sono inoltre riuscito comunque a ritagliarmi degli spazi e dei tempi per conoscere il lato più turistico della città e a raccogliere molte informazioni utili a chi voglia visitarla senza pregiudizi.

lunedì 30 maggio 2022

Sogndal e il Sognefjord: una settimana sulle sponde del fiordo più lungo e famoso della Norvegia

Sempre nell'ambito del progetto Erasmus+ delle scuole superiori (per lo stesso motivo ero già stato nella cittadina tedesca di Nürtingen nel 2019), nella settimana dal 3 al 9 aprile 2022 mi è capitato di accompagnare un gruppo di 4 studenti nella cittadina norvegese di Sogndal, situata nella contea di Vestland e sulle sponde del famoso Sognefjord, il più lungo tra i fiordi del paese scandinavo e secondo al mondo.

sogndal sognefjord cosa fare e vedere
sogndalsfjøra
bergen norvegia
il porto di bergen
Anche in questo caso, come nel precedente, l'aspetto turistico ed "esplorativo" del viaggio è passato senz'altro in secondo piano a causa degli impegni che le attività del progetto richiedevano, tuttavia ciò non mi ha impedito di godermi il soggiorno e di conoscere al meglio una località in cui altrimenti difficilmente mi sarebbe capitato di andare, nonché di racimolare una moltitudine di informazioni su questa zona della Norvegia, che di motivi di interesse ne ha in abbondanza, e di raccogliere parecchio materiale per un articolo con informazioni utili a chi voglia venire a visitare questo semi-sperduto angolo di mondo.

mercoledì 18 maggio 2022

Atene: cosa fare e cosa vedere negli immediati dintorni della capitale greca

La grande capitale greca attrae milioni di visitatori soprattutto per i suoi incredibili siti storici, per la sua atmosfera sorprendentemente esotica e per la sua vibrante vitalità.
antica eleusi
antica eleusi
antica eleusi
propilei di eleusi
Nella sua vasta area metropolitana non mancano però siti particolari e interessanti che coinvolgono non solo altre chicche storiche, magari meno battute dalla massa ma comunque meritevoli di attenzione, ma anche aree dove comprendere meglio le complesse sfumature sociali e culturali proprie della penisola ellenica, senza dimenticare una strizzata d’occhio all’aspetto costiero e balneare della metropoli. Dopo aver assimilato per bene le meraviglie archeologiche, i vicoli pittoreschi, la cultura alternativa, le taverne e la vita serale dei quartieri centrali, può dunque valere la pena spendere un altro paio di giorni o anche più lontano dai classici percorsi turistici alla scoperta delle sorprese che la periferia di Atene ha da offrire.

venerdì 6 maggio 2022

Istantanee Spagna: il diario del mio viaggio di capodanno in Extremadura, Castiglia e Aragona

Il viaggio di Natale-Capodanno 2021-2022 è stato particolare, un po' perché organizzato al volo dopo la forzata cancellazione di quello che avevo organizzato in Giordania, un po' per il finale "coviddesco", ma in ogni caso è stata sempre un'esperienza arricchente. Ecco quindi il consueto diario scritto rimettendo insieme i post su facebook pubblicati durante il viaggio stesso.

venerdì 29 aprile 2022

Saragozza: cosa fare e cosa vedere nella città capoluogo dell'Aragona

Saragozza è la quinta città della Spagna per grandezza e il capoluogo della regione autonoma dell'Aragona: un centro di primaria importanza sia per ciò che riguarda l'aspetto economico che per quello storico.

saragozza cosa fare e vedere
la aljaferia
saragozza cosa fare e vedere
el gancho
La sua fondazione risale infatti all'inizio dell'impero romano, col nome di Caesaraugusta, per volere proprio del primo imperatore Ottaviano Augusto, ricoprendo poi, nei secoli successivi e fino ai giorni nostri, sempre dei ruoli di notevole importanza. Nonostante la sua storia e il suo patrimonio artistico, culturale e architettonico, che mostra testimonianze di tutti i periodi vissuti dalla città (romano, goto, arabo, cristiano, per arrivare ai secoli più recenti e all'età contemporanea), essa non viene ancora percepita come una destinazione turistica di primo livello all'infuori della Spagna, andando però a costituire una piacevolissima scoperta per tutti quelli che si avventurano tra le sue strade.

mercoledì 20 aprile 2022

Toledo: una visita giornaliera alla famosa città storica della Castiglia

Tra le varie escursioni di un giorno che si possono intraprendere partendo da Madrid, la più gettonata e popolare, nonché altamente spettacolare, è quella a Toledo.

toledo cosa fare e cosa vedere
toledo e il tago
toledo cosa fare e cosa vedere
le mura di toledo
L'importanza di questa città e del suo ultra-conosciuto ed evocativo nome deriva dal ruolo centrale che essa ha avuto per secoli, fregiandosi per quasi mille anni del titolo di capitale della Spagna, durante le dominazioni visigota, araba e cristiana (solo a metà del XVI secolo l'onere passò a Madrid) e mantenendo ancora oggi la funzione di capoluogo della comunità autonoma di Castiglia - La Mancia nonché quella di sede primaziale del paese iberico. Il peso culturale di Toledo è anche ben testimoniato dall'appellativo di "Città delle Tre Culture" (cristiana, musulmana ed ebrea), spesso utilizzato come riferimento: non stupisce quindi la rilevanza che questa destinazione ricopre anche nella scena turistica nazionale.

mercoledì 30 marzo 2022

Badajoz e Zafra: una giornata alla scoperta delle radici arabe dell'Extremadura

Nella parte meridionale dell'Extremadura emergono più chiaramente gli aspetti dovuti alla dominazione araba, che si è protratta per oltre 500 anni fino alla metà del XIII secolo.

badajoz extremadura cosa fare e vedere
badajoz e l'alcazaba
badajoz extremadura cosa fare e vedere
il fiume guadiana
Badajoz, la città più grande della regione e capoluogo di una delle due province, fu fondata proprio in questo periodo - nell'875 - ed è sempre a questi secoli che deve i suoi maggiori siti di interesse. Anche se non viene annoverata tra le località più celebrate dell'occidente spagnolo, ha in effetti diversi motivi che ne giustificano una visita. Più a sud, verso il confine con l'Andalucia, ci sono invece diversi borghi che, pur mantenendo un'anima decisamente extremeña, ricordano molto i famosi pueblos blancos della regione vicina e tra questi il nome di Zafra è forse quello più ricorrente tra chi voglia tracciare un itinerario da queste parti.

venerdì 18 marzo 2022

Trujillo e Plasencia: una giornata nella patria dei conquistadores attraverso la storia e la natura selvaggia dell'Extremadura

L'Extremadura è poco popolata e ha un aspetto estremamente aspro e selvaggio, ma ha rivestito un ruolo di primo piano nella storia della monarchia spagnola, soprattutto nei secoli in cui la moderna nazione si andava formando.

trujillo extremadura cosa fare e vedere
trujillo dal campanile
trujillo extremadura cosa fare e vedere
trujillo
Uno dei motivi di questa sua importanza è la sua posizione al confine col Portogallo e lungo la Ruta de la Plata, antica via commerciale e di pellegrinaggio che univa il nord col sud della penisola iberica, che ne favoriva cultura ed economia. A questo si aggiunge che fu proprio in Extremadura che nacquero la maggior parte dei più grandi tra i conquistadores dell'America latina, che investirono in patria una fetta consistente degli enormi guadagni ottenuti dalle razzie e dallo sfruttamento delle risorse nel continente nuovo. Due simboli dell'epoca della reconquista e dei re cattolici sono proprio Trujillo e Plasencia, due città piccole ma ricche di meraviglie che meritano senz'altro una visita se ci si trova dalle parti di Cáceres o Mérida.

mercoledì 9 marzo 2022

Mérida: cosa fare e vedere nell'antica capitale romana della Lusitania

Mérida è solo la terza città per grandezza dell'Extremadura, tuttavia grazie alla sua storia millenaria, che l'ha da sempre vista essere il centro politico di riferimento di queste zone, ricopre ancora il ruolo di capitale della regione spagnola di cui fa parte.

merida extremadura cosa fare e vedere
acueducto de los milagros
merida extremadura cosa fare e vedere
cicogne
La sua fondazione risale infatti al 25 a.c. col nome di Emerita Augusta, in onore del primo imperatore Ottaviano Augusto, diventando in brevissimo tempo un centro di primaria importanza e la capitale dell'antica regione romana della Lusitania. Di questo lungo periodo di splendore, la località odierna conserva ancora un notevole patrimonio archeologico - il più grande e importante di tutta la penisola iberica, tanto da venire incluso nel 1993 dall'UNESCO nella lista dei patrimoni dell'umanità - che la rende una destinazione turistica molto rilevante e abbastanza frequentata

lunedì 28 febbraio 2022

Caceres: viaggio nella città dei mille stemmi, centro nevralgico del rinascimento spagnolo

Dell'Estremadura si dice principalmente che è la regione più povera e sottosviluppata della Spagna, mentre dovrebbe essere invece famosa per l'immenso valore storico, artistico e culturale che la caratterizza, con una strizzatina d'occhio anche ad alcuni siti naturalistici di grande rilievo.

caceres cosa fare e cosa vedere
dalla torre della cattedrale
caceres cosa fare e cosa vedere
plaza mayor
Manifesto di questa comunità autonoma al confine col Portogallo, ma lontana dal mare, è la città di Cáceres, che pur non ricoprendo né il ruolo di sua capitale (storicamente affidato alla piccola ma antichissima Mérida), né quello di città più grande (ad appannaggio invece di Badajoz), può essere considerata senz'altro la località extremeña di maggior richiamo turistico, nonché di maggiore importanza socio-culturale. A giustificare questo fatto è la presenza di un vastissimo complesso di edifici medievali e rinascimentali perfettamente conservato e di livello spaziale sia per ciò che riguarda l'aspetto architettonico e monumentale che per quello storico, tale da far inserire l'intera città vecchia nella lista dei patrimoni UNESCO fin dal 1986. Ingiustamente poco considerata rispetto ad altri gioielli del paese, Cáceres potrebbe invece tranquillamente concorrere con velleità importanti al titolo di città più scenografica di tutta la penisola iberica.

venerdì 18 febbraio 2022

Monterano Vecchia: una perfetta escursione giornaliera nella città morta del Lazio resa famosa dai grandi film

Il borgo abbandonato di Monterano Vecchia, situato ora nel comune di Canale Monterano, è una delle più famose città fantasma del Lazio (e probabilmente di tutta Italia), grazie anche al fatto di essere stata usata come set in almeno un centinaio di film tra cui alcuni molto famosi come "il Marchese Del Grillo", "Brancaleone alle crociate", "Guardie e ladri", "Ladyhawke" o addirittura "Ben Hur".

escursione a monterano vecchia
antica monterano
escursione a monterano vecchia
il cavone
L'antico borgo di Monterano cominciò a comparire nelle cronache storiche con questo nome intorno al VI-VII secolo dopo Cristo, benché non manchino evidenze e testimonianze storiche di insediamenti precedenti, sia etruschi che romani, per acquisire via via sempre più importanza nel basso medioevo come sede vescovile e nel rinascimento fino a raggiungere il suo culmine nel corso del XVII secolo come feudo papale e centro di sfruttamento delle vicine miniere di zolfo. Nel XVIII secolo fu invece progressivamente trascurato fino a venire completamente abbandonata nel 1799 dopo un'epidemia di malaria e in seguito a un incendio dovuto al saccheggio da parte delle truppe francesi insediate a Roma.