martedì 15 maggio 2018

Namur e Dinant

2-4 marzo 2018
La graziosa Namur, anche se è ben lungi dall'essere la città più grande e importante della Vallonia (superata come numero di abitanti e ruolo economico sia da Liegi che da Charleroi), ricopre però storicamente il ruolo di capitale della regione francofona del Belgio.
namur belgio
place d'armes
la plante
Uno dei motivi che l'hanno resa tale è sicuramente la sua invidiabile posizione al centro dei territori della regione e alla confluenza dei due fiumi Sambre e Mosa, le cui sponde collinose ne hanno fatto un avamposto di prima importanza dal punto di vista militare. Il modo migliore per raggiungerla è quello di servirsi dell'aeroporto "low cost" di Charleroi dal quale, grazie a un bus di linea che porta fino alla stazione ferroviaria del grosso centro carbonifero, si può rapidamente proseguire in treno; buoni e veloci tuttavia sono anche i collegamenti su rotaia con la capitale.

namur belgio
place dumarché aux legumes
namur belgio
st. loup
Namur è di dimensioni piuttosto ridotte, almeno per quello che riguarda il centro storico, e non riveste una grandissima importanza turistica, per cui le alternative per quello che riguarda l'alloggio non sono moltissime, riducendosi per quelli economici al solo Auberge de Jeunesse: una grande struttura composta da vari edifici intorno a un cortile, un ostello dai prezzi non proprio bassissimi (ma è compresa un'ottima e abbondante colazione) ma di livello molto elevato, pulitissimo e con camerate e arredamenti nuovissimi e un bel bar accanto alla reception. Il tranquillo e gradevole quartiere di La Plante dove è situato, sulla riva occidentale della Mosa ben oltre la cittadella, è però piuttosto lontano dal centro e, soprattutto, dalla stazione ferroviaria e gli autobus urbani (la fermata è comunque vicina all'ostello) sono cari e non molto frequenti costringendovi a memorizzare per bene gli orari o a lunghe scarpinate.

namur belgio
città vecchia di namur
namur belgio
place du marché aux legumes
namur belgio
rue de l'ange

namur belgio
cattedrale e piazza di st. aubin
namur belgio
cattedrale di st. aubin
namur belgio
cortile dell'athénée royale

st. loup
namur belgio
st. loup
namur belgio
cortile del palazzo della provincia

La città vecchia e il centro vero e proprio di Namur occupano in realtà la sponda nord della Sambre e la stazione ferroviaria ne segna il limite settentrionale.
namur belgio
dal terrazzo del parcheggio multipiano
namur belgio
dal terrazzo del parcheggio multipiano
Di fronte a quest'ultima, una serie di stradine permette subito di immergersi nelle parti più interessanti, in particolare la direttrice formata da Rue de Fer e Rue de L'Ange è un po' il corso cittadino e vi si affacciano il Municipio, la graziosa chiesa di St. Joseph e il Museo di Arte Antica, ospitato in un sontuoso palazzo d'epoca. La strada viene inoltre chiusa al traffico il venerdì pomeriggio e il sabato mattina accogliendo il passeggio degli abitanti. Il nucleo più antico e pittoresco è quello a ovest della direttrice e a ridosso del fiume, dove si possono percorrere stradine acciottolate contornate da bei palazzi antichi: menzione speciale la merita la piccola e graziosissima Place du Marché Aux Legumes, sulla quale si affacciano anche alcuni pub ed è uno dei luoghi maggiormente frequentati dagli studenti dell'università cittadina.
namur belgio
la sambre
namur belgio
halle al'chair
Tra le attrazioni di questa zona vale la pena citare la barocca Eglise de St. Loup, dagli interni stupefacenti, e la neoclassica Cattedrale di St. Aubin, la cui grossa cupola svetta al centro di un ampio slargo che delimita la città vecchia a ovest; comunque un consiglio è quello di girare a caso infilandosi tra i vicoletti o nei portoni aperti alla ricerca di scorci pittoreschi o cortili ameni, come per esempio quello dell' Athénée Royale accanto a St. Loup. I punti più fotogenici sono quelli attorno a Rue de la Croix e il percorso che, superando la cattedrale sul lato meridionale, porta fino all'antico Arsenale (che ora curiosamente ospita la mensa universitaria). La direttrice formata da Rue de Bruxelles e Rue Saint Jacques infine, il sabato mattina ospita il mercato cittadino.
namur belgio
la mosa a la plante
cittadella di namur
Ancora più a ovest infine, oltre il complesso universitario, si apre il piacevole parco Louise Marie, il principale spazio verde di Namur. Nella parte orientale del centro invece, poco prima di arrivare alla confluenza dei due fiumi, si apre Place d'Armes, la più importante e scenografica della città, chiusa a nord dalla facciata del Palais de Congrés, l'antica borsa, al lato del quale si innalza il peculiare Beffroi, una delle torri campanarie caratteristiche di Vallonia, Fiandre e Francia del nord che sono state protette dall'UNESCO come patrimonio dell'umanità. Alle spalle del palazzo dei congressi il Theatre de Namur, in stile neoclassico italiano, fa da sfondo ad un'altra graziosa piazzetta. Affacciato sulla Sambre vicino alla confluenza e in corrispondenza di uno dei ponti si trova infine la Halle Al'Chair, il vecchio mattatoio e mercato della carne trasformato ora nel museo archeologico.

namur belgio
valle della sambre
namur belgio
città vecchia di namur
namur belgio
cittadella di namur

namur belgio
la mosa e jambes
namur belgio
cittadella di namur
terra nova

palazzi di namur
parco della cittadella
namur belgio
la mosa e jambes

L'area compresa tra la sponda meridionale della Sambre e la Mosa, dall'aspra conformazione collinare tipica delle Ardenne, è invece monopolizzata dalla presenza della Citadelle.
namur belgio
beffroi
namur belgio
hotel del ville
Un vasto sistema di bastioni e fortificazioni, cui si può accedere dalle scalinate alle spalle del bel palazzo che ospita il Parlamento Vallone, racchiude diverse costruzioni storiche, terrazze panoramiche dalle quali lasciar vagare lo sguardo sulla città vecchia o sulla scenografica vallata della Mosa  con il sobborgo di Jambes sulla riva opposta e infine un grande parco boscoso sulle colline dove immergersi nella natura e nel silenzio. La passeggiata tra i sentieri, le mura e i tunnel, ammirando le vecchie costruzioni in pietra (tra le quali spicca l'antica caserma Terra Nova, ora museo e centro visitatori dove organizzare le visite guidate ai labirintici sotterranei della fortezza) è davvero piacevole e giustifica appieno la fatica della "scalata".
namur belgio
theatre de namur
namur belgio
verso l'arsenale
La sponda orientale del fiume Mosa è invece occupata dal tranquillo quartiere residenziale di Jambes, che non ha molte attrazioni da segnalare tranne che una lunga e gradevole passeggiata lungofiume dalla quale si aprono tra l'altro le migliori vedute sulla cittadella. Namur non ha una vita notturna particolarmente intensa nonostante l'università, tuttavia i posti dove cenare con soddisfazione assaggiando la cucina regionale o qualcosa di più internazionale od esotico non mancano, molti sono poi i pub o i caffè dove provare le birre della tradizione belga (in particolare l'abbastanza famosa Blanche de Namur, ma non solo) o mischiarsi con gli studenti universitari.
namur belgio
arsenale
namur belgio
la sambre
Per un pasto veloce, magari a pranzo, due posti consigliabili sono Aux Petit Gourmand, un take away su Rue de Bruxelles con un interessante menu di panini gourmet e hamburger (tra l'altro proprio accanto c'è invece un altro take away che vende boulettes, le ottime polpette tradizionali valloni), e il graziosissimo Cat's Corner, dove sedersi a gustare una mitraillette (una pagnottella con carne grigliata e insalata servita insieme a patate fritte con la paprika). La Brasserie François invece è una birreria dall'ambiente piuttosto elegante, situata nella piazza della Cattedrale, con un menu che svaria dal locale all'internazionale; tra le cucine straniere invece merita una segnalazione il Sanga, situato a fianco della chiesa di St. Loup, dove ho mangiato un ottimo ramen con carne di anatra.

namur belgio
parlamento vallone
namur belgio
la cittadella da jambes
namur belgio
la mosa

namur belgio
rue de la croix
namur belgio
museo di arte antica
namur belgio
la cittadellla e il parlamento

dinant belgio
dinant
namur belgio
parco louise marie
namur belgio
città vecchia di namur

Come detto, Namur non è particolarmente famosa tra i turisti che si recano in Vallonia, pur essendone la capitale e una città piacevole e abbastanza interessante, è però il punto di partenza praticamente obbligato per la visita di una delle località più gettonate e celebrate, oltre che dall'indubbio fascino, di tutto il Belgio: Dinant.
dinant belgio
notre dame
notre dame
Questo villaggio situato circa 30 km a sud della città, sull'alto corso della Mosa, è infatti titolare di uno dei colpi d'occhio più pittoreschi e scenografici di tutta Europa, stretto com'è tra la riva orientale del fiume e le aspre alture calcaree delle Ardenne sormontate da una poderosa cittadella che domina la scena dall'alto.  Il mezzo migliore per raggiungere Dinant è il treno che parte, con frequenza più o meno oraria, dalla stazione di Namur e sosta in quella di destinazione, situata sulla sponda occidentale del fiume leggermente all'interno, dopo un viaggio di tre quarti d'ora circa. Da lì una camminata di pochi minuti porta al ponte e a un panorama di sicuro impatto.
dinant belgio
collegiata di notre dame
dinant belgio
sax
La Collégiale de Notre-Dame svetta infatti con le sue alte e snelle forme gotiche e il suo insolito campanile che esibisce un cupolotto a cipolla nero, mentre subito alle sue spalle si alza una ripida parete rocciosa sulla cui sommità torreggiano le mura della fortezza. L'interno della chiesa è davvero bello: scuro e caratterizzato dall'austerità della pietra nuda contrapposta alle venature e alle vetrate colorate tipiche del gotico. Vale la pena fare una passeggiata sia nella zona a nord della collegiata che in quella a sud, godendosi gli scorci pittoreschi e l'aria rilassata. In particolare nella parte meridionale alcuni monumenti e un'insegna raccontano di come qui sia nato Adolphe Sax, l'inventore dello strumento che ne porta il nome, mentre a sud si incontrano l'Hotel de Ville e alcune suggestive visioni di edifici storici, giardini e torrette di guardia che incombono sul crinale del colle.

dinant
dinant belgio
dinant
dinant belgio
dinant

dinant belgio
dinant
dinant belgio
dinant
dinant belgio
hotel de ville dinant

dinant belgio
cittadella di dinant
sponda occidentale della mosa a dinant
dinant belgio
dinant

Chiaramente il principale motivo di interesse è rappresentato dalla cittadella, raggiungibile grazie a una funicolare (il cui biglietto è compreso nell'entrata) o percorrendo una ripida e lunga scalinata che parte giusto accanto alla chiesa.
dinant belgio
cittadella di dinant
cittadella
La fortezza ospita il Museo delle Armi, ma sono i camminamenti intorno o all'interno dell'impressionante sistema di mura e gli stupendi panorami sulla cittadina e sulla valle della Mosa a giustificare pienamente il prezzo del biglietto. In uno dei percorsi interni viene poi ricostruita, tramite effetti sonori, una delle battaglie combattute qui durante la prima guerra mondiale.
L'area urbana sulla sponda occidentale del fiume non presenta invece dei punti particolarmente interessanti, tranne che per un paio di monumentali complessi architettonici, uno dei quali reca annesso un memoriale ai caduti delle suddette battaglie, tuttavia è da qui che si aprono le migliori vedute panoramiche sul fiume e sulla cittadina.
vista dalla cittadella
nella cittadella
Ecco infine qualche altra notizia e alcune considerazioni:
  • è già la seconda volta che mi capita di ritrovarmi sotto un'intensa nevicata da queste parti in marzo (la prima volta è successo a Gand, ma in quel caso i disagi furono decisamente peggiori), cosa che invece sembra essere abbastanza insolita, e se è vero che alcuni spostamenti possono risultare più difficoltosi, la magia che il manto bianco dona ai centri storici del Belgio è veramente impagabile;
  • poco più di mezzo chilometro a nord del centro di Dinant sorge la località di Leffe, la cui storica abbazia (aperta al pubblico solo due giorni la settimana e su richiesta) è il luogo di nascita della famosissima birra, che tuttavia ora viene prodotta a livello industriale in altri luoghi, ma la ricetta è comunque ancora quella originale. Poco oltre il memoriale nominato sopra c'è anche un museo dedicato a questa birra;
  • anche di Namur si riesce a trovare (generalmente negli ostelli del Belgio) il prezioso opuscolo-guida della Use-It con tanti consigli e curiosità forniti dagli abitanti della città su attrazioni, attività, mangiare e bere: una fonte di informazioni davvero molto utile;
  • i panorami dalla cittadella di Namur sono meravigliosi, ma se volete un bel panorama sia sulla città vecchia che sulla cittadella il punto migliore è il terrazzo del parcheggio multipiano (situazione che ricorre con una certa insistenza in Belgio) accanto al supermarket all'angolo di Rue du Bailly

cittadella
dinant belgio
ingresso della cittadella
nella cittadella

dinant belgio
dinant e la mosa
dinant dalla cittadella
dinant belgio
cittadella di dinant

dinant belgio
dinant
dinant belgio
dinant
dinant belgio
dinant e la mosa

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.