lunedì 25 febbraio 2019

Singapore (seconda parte)

Uno dei distretti più frequentati sia dai turisti che dai locali è quello di Orchard Road, che prende il nome da quella che può essere considerata la principale via commerciale di Singapore.
singapore viaggio in solitaria fai da te
marina bay sands
singapore viaggio in solitaria fai da te
orchard road
Lungo i circa 2,5 km di questa striscia di asfalto, che parte nei pressi del National Museum in direzione ovest diretta verso i Giardini Botanici, si affaccia una sfilata quasi continua di enormi centri commerciali con negozi di ogni tipo le cui vetrine, unite all'aria condizionata e ai larghi marciapiedi esterni punteggiati da file di alberi, rendono questo viale uno dei punti migliori della città per passeggiare godendosi l'aria pomeridiana e ammirare le tante architetture futuristiche, mentre i tanti cinema e spa offrono differenti motivi di svago. Shopping a parte, l'area offre qualche motivo di interesse anche dal punto di vista storico e culturale.
singapore viaggio in solitaria fai da te
emerald hill
singapore viaggio in solitaria fai da te
emerald hill
Non mancano infatti alcuni musei e qualche importante edificio coloniale, come per esempio il palazzo Istana, antica sede del governatore e ora residenza del presidente circondata da un bel parco, situati per la maggior parte nella porzione orientale della via; ma le zona di maggior interesse è sicuramente quella intorno a Emerald Hill Road, dove sorgono le villette in stile coloniale di maggior pregio, volume, valore economico e impatto scenico di tutta la città. Diversi sono infine i ristoranti e i locali notturni, presenti soprattutto nella parte occidentale, ma di certo non è questo il posto migliore dove passare la serata e nemmeno quello dal migliori rapporto qualità/prezzo per gli alloggi.

singapore viaggio in solitaria fai da te
orchard
singapore viaggio in solitaria fai da te
emerald hill
singapore viaggio in solitaria fai da te
emerald hill
singapore viaggio in solitaria fai da te
orchard road
singapore viaggio in solitaria fai da te
orchard road
singapore viaggio in solitaria fai da te
orchard road

Un aspetto di primaria importanza turistica di Singapore è infine quello relativo alle aree verdi, giacché, tra le moltissime presenti sul territorio, ve ne sono ben due di fama planetaria.
singapore viaggio in solitaria fai da te
marina bay sands
singapore viaggio in solitaria fai da te
marina bay
L'area che si trova a sud-est della baia rappresenta senz'altro la maggiore attrazione cittadina oltre che la sua immagine più famosa, il simbolo con cui Singapore è conosciuta nel mondo: il gigantesco complesso architettonico del Marina Bay Sands comprende il celeberrimo hotel di lusso sormontato dal tetto a forma di nave che ospita la piscina panoramica cui tutti sognano di accedere, un vasto e sfarzoso centro commerciale, un museo e un centro congressi, ma soprattutto funge da ingresso principale (ma non unico) ai Gardens By The Bay, il prototipo più rappresentativo di come dovrebbe essere un moderno giardino botanico.
singapore viaggio in solitaria fai da te
marina bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens bay the bay
L'enorme spazio verde (supera i 100 ettari di estensione) è suddiviso in varie aree tematiche che coinvolgono prati, boschi, acqua, padiglioni, sculture, orti e aiuole e la quasi totalità del parco è ad accesso gratuito e aperto anche di notte, quando i maestosi Supertrees, i peculiari giardini verticali a forma di albero che rappresentano il simbolo più famoso di questo parco, si accendono di colori dando vita a uno spettacolo di luci e suono. Passeggiare alla base di queste strutture è sempre gratuito, salirci sopra percorrendo la lunga passerella aerea (detta OCBC) che li collega a 22 metri di altezza è invece a pagamento.
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
I panorami dall'OCBC sono indubbiamente notevoli, va detto però che altrettanto belli se ne vedono dal Dragonfly Bridge, il ponte pedonale rialzato che attraversa il lago che chiude la parte occidentale del parco connettendosi al Marina Bay Sands. L'altra attività a pagamento del parco è la visita alle due fantasmagoriche serre: il Flower Dome (purtroppo in manutenzione al tempo della visita), che ricrea la flora dell'area mediterranea, e la Cloud Forest, dove è ricostruita una cascata tropicale con tutta la vegetazione annessa. Aperta 24 ore su 24 è infine la zona sulla sponda orientale della Marina Bay, caratterizzata da prati, palme e sceniche vedute sulla baia.

singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay

 









Non capita spesso che un giardino venga insignito del titolo di patrimonio dell'umanità da parte dell'UNESCO, ma questo succede con i Botanic Gardens di Singapore.
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
Il parco è davvero meraviglioso, curatissimo e con laghetti e bei sentieri che si inoltrano nella vegetazione, che comprende migliaia di specie di piante differenti e va a ricreare diversi ambienti particolari, come per esempio una foresta pluviale. Camminando nei 74 ettari dell'area verde si possono ammirare degli scorci molto scenografici e imbattersi in giardini piuttosto curiosi, come quello che ospita più di 250 specie di piante appartenenti alla famiglia dello zenzero. Anche qui l'ingresso è totalmente gratuito e si paga solo la visita nei circa 3 ettari che ospitano il giardino delle orchidee.
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
singapore viaggio in solitaria fai da te
gardens by the bay
Da non sottovalutare è infine il Fort Canning Park, che riempie una collina in pieno centro cittadino a poca distanza dal fiume. Qui il piacevole ambiente naturalistico si integra bene con alcune strutture di notevole importanza storica: tra gli alberi, le aiuole perfettamente curate e i giardini ci si può imbattere nella Raffles House, prima residenza del noto governatore coloniale inglese e fondatore della città, in un piccolo faro o nel complesso fortificato che dà il nome all'area e fungeva da quartier generale britannico durante la seconda guerra mondiale.

singapore viaggio in solitaria fai da te
dall'OCBC
singapore viaggio in solitaria fai da te
dall'OCBC
singapore viaggio in solitaria fai da te
dall'OCBC
singapore viaggio in solitaria fai da te
dal dragonfly bridge
singapore viaggio in solitaria fai da te
marina bay sands
singapore viaggio in solitaria fai da te
dal dragonfly bridge

Come detto, la scena gastronomica di Singapore è di primissima categoria, sia per quello che riguarda la qualità che per la varietà, e fa da sfondo a una vivace vita notturna.
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
I Quays sono sicuramente uno dei principali punti di riferimento di quest'ultima visto l'altissimo numero di locali, ma è anche una delle zone meno economiche per uscire. Chinatown anche è vivacissima durante tutta la giornata è vi è una scelta davvero imponente di ristoranti e pub, non è raro inoltre che vi si trovino formule per risparmiare qualcosa, come per esempio al Chong Qing Grilled Fish, dove c'è il prezzo fisso a buffet e il pesce è buono. La migliore soluzione per provare i vari piatti delle cucine del sud-est asiatico (e non solo) e non spendere più di qualche euro è però quella di andare negli hawker centres, delle strutture generalmente coperte con all'interno dozzine e dozzine di chioschi dove servirsi dei vari piatti e tavolate dove consumarli.
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
Vi sono hawker centres in tutti i quartieri della metropoli (e anche nelle zone extraurbane del territorio statale in effetti) e vale sempre la pena di farci un salto non solo per un pasto completo, ma anche per una semplice pausa (giacché ci sono anche chioschi specializzati in dolci, snacks, succhi e frullati o bibite calde e fredde) o in alcuni casi addirittura per colazione. Esempi calzanti sono: il Maxwell Food Centre e il Chinatown Complex nel quartiere cinese, il Tekka Centre a Little India, il bellissimo Telok Ayer Market e il vicino Market Street Interim a ridosso del CBD. Ce n'è anche uno all'interno dei Gardens By The Bay che porta il nome di Satay By The Bay ed è più elegante ma solo di poco più costoso degli altri, al pari del Rasapura Masters, un vero food court al piano terra del centro commerciale del Marina Bay Sands.
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
Una valida alternativa ai quartieri centrali per la serata e non solo è infine Geylang, un quartiere residenziale e popolare nella parte sud-orientale dell'isola: qui si trovano templi, abitazioni dall'architettura interessante e un lungo parco costiero dove gli abitanti praticano le attività da spiaggia, ma anche la zona a luci rosse e una dove proliferano ristoranti e bar meno eleganti di quelli delle aree di maggior rilievo turistico ma sicuramente più economici e comunque di discreto livello e per questo molto frequentati dalla popolazione locale. Singapore riempie comodamente quattro giorni di visita con piena soddisfazione, tuttavia i numerosi spunti e le attività che questo piccolo territorio offre anche fuori dal puro centro urbano possono costituire una buona scusa anche per dei soggiorni successivi al primo.

singapore viaggio in solitaria fai da te
da fort canning hill
singapore viaggio in solitaria fai da te
botanic gardens
singapore viaggio in solitaria fai da te
chinatown

singapore viaggio in solitaria fai da te
raffles house
singapore viaggio in solitaria fai da te
fort canning park
singapore viaggio in solitaria fai da te
fort canning park

2 commenti:

  1. Quanti posti meravigliosi!

    https://julesonthemoon.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posto bello e interessante, valeva proprio la pena fermarcisi un po'.

      Elimina

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.